Egregi Signori dell' Accademia  
Vi ringrazio con infinita riconoscenza per la solidarietà che mi hai dimostrata con l'invio della Vostra Petizione, mostrandomi grande umanità e comprensione, che mi incoraggiano notevolmente nella mia lotta quotidiana per la sopravvivenza e per avere i diritti umani e di legge che mi spettano. Sono sicura che col "passa parola" potremmo vincere connivenze, omertà, complicità e silenzio stampa collegati tra loro. Speriamo che con l'interessamento della gente anche l'ospedale un giorno divenga davvero un posto di scienza e  coscienza, sicuro a partire dall'onestà di chi viene messo al vertice di comando. Solo così si potrà sperare che non accada di nuovo quello che ancora succede a me come denunciato nel mio sito internet, per legittima difesa. Purtroppo invece mi viene ancora sistematicamente data prova fortemente contraria ai principi di lealtà, onestà, trasparenza e correttezza e non si vuole ancora risolvere il caso. Spero che continui nuovi invii delle Petizioni al Presidente della Repubblica e al Procuratore  della Repubblica del Tribunale di Milano possano fare finalmente onorare la Carta Costituzionale. Nel mio
sito vorrei costruire una Sezione chiamata CASI DI VITA. Se doveste conoscere qualcuno che ha il desiderio di vedere pubblicata  la sua storia o di mobbing o di malasanità di un altro caso di ingiustizia sociale per cortesia chiedi di scrivermi a questo indirizzo e-mail: mail@mobbing-sisu.com una sua storia succinta e chiara. Se ti fosse possibile, per favore divulga la Petizione tra i tuoi amici e parenti. Vi invito a leggere se vi fa piacere alcune mie poesie al link:
http://www.mobbing-sisu.com/poesie/poesiegio.htm
e il link: http://sisu-g.splinder.com  (per cortesia se i links non si aprono copia ed incolla nel Browser)

Grazie ancora, con simpatia Giovanna Nigris

DOCENTE UNIVERSITARIO
UNIVERSITA' DEL LAVORO PER MIGLIORARE LA VITA
Offre
LEZIONI DI INFORMATICA
DI BASE PER TUTTE LE ETA'!
LINGUAGGIO SEMPLICE, MASSIMA SERIETA', METODO FLESSIBILE
…e il computer non fa più paura!
Per informazioni: 3402707829 / 3474917193
02/87392826

cosa fa...ACR... ancora..!     CORSI, LIBRI, POESIE E  GIORNALI ... INDICE IL CONCORSO DI  POESIA IL BAGGESE/TROFEO LOMBARDO OSCAR..29a Edizione   con il CENTRO RICERCHE VALLASSINESI   (info@acraccademia.it  associazione@acraccademia.it) delfino-sk@libero.it  acr-onlusdifatto@libero.it
News...
VENDO .. AFFITTO
BOX IN VIA MAR NERO,2
e a SANREMO
TEL.  3474917193
3402707829
Caro lettore, collegati con il Bando del Concorso di Poesia? clicca qui!
IL PARLAMENTO E' UN ORGANO COSTITUZIONALE!

Anche il governo è un organo costituzionale, ma viene proposto dal presidente della repubblica ed entra nell'esercizio dei suoi poteri, ricevendo la fiducia delle due camere in un sistema bicamerale perfetto: camera dei deputati e senato della repubblica. Il presidente del consiglio dei ministri non è un organo costituzionale ma riveste una funzione essenziale "dirige la politica generale e ne è responsabile. Mantiene l'unità di indirizzo politico e amministrativo promuovendo e coordinando l'attività dei ministri (art. 95 cost.) egli convoca le riunioni del consiglio dei ministri, fissa l'ordine del giorno, rappresenta il governo nei rapporti con gli altri organi costituzionali, controfirma insieme al ministro proponente tutti gli atti indicati dalla legge ecc. è insomma "non il capo" ma "il primis interpares" il consiglio dei ministri invece è, nel suo insieme, "organo costituzionale". Come il lettore comprende benissimo, da questa breve spiegazione dedotta dal manuale di "diritto pubblico", i padri costituenti hanno tenuto ben distinto nell'ambito della costituzione i poteri di controllo e di comando, memore della tragica esperienza di un passato di prevaricazione e di arbitrio che ha trascinato l'Italia in un conflitto bellico di lutti e di morte. Il referendum costituzionale del 4 dicembre si poneva il compito di adeguare e snellire la farraginosa burocrazia e i ritardi nell'approvazione delle leggi passando da un bicameralismo perfetto ad un monocameralismo che è tipico degli altri stati europei e una necessaria scelta di contenimento delle spese di tutti questi organi. Non è stato possibile è prevalso il NO. Ora quindi occorre ricostruire un clima di fiducia e di unità nell'ambito delle vigenti norme. Va da sé che occorre evitare le demonizzazioni, ma si deve proseguire nel cammino delle necessarie riforme e attribuzioni che i rispettivi organi costituzionali prevedono. Non occorre camminare guardando solo al passato, per fortuna l'Europa ci aiuta a superare le grosse difficoltà il debito enorme e la questione dei clandestini. Si deve però reagire creando il lavoro necessario e colpire la corruzione. (segue)

CRV